AVVISO

UNIONE SPORTIVA PORTO VENERE (asd)

 

Entro il mese di OTTOBRE, in data da definirsi, si terranno le ELEZIONI del CONSIGLIO DIRETTIVO  e del COLLEGIO dei REVISORI dei CONTI.

I SOCI che intendono presentare la propria candidatura (nome, cognome, firma su apposito modulo)  devono comunicarlo entro le ore 18,00 di SABATO 6 OTTOBRE ai   seguenti riferimenti:

BARBARA PAZZI (negozio Calata Doria)

BRUNELLA MAIETTA  (negozio Via Olivo)

Hanno diritto alla candidatura e al voto tutti coloro che sostengono praticamente e idealmente le attività della U.S. Porto Venere, che hanno conseguito la maggiore età e che regolarizzino l’iscrizione  per l’anno 2018 anche nel corso delle elezioni.

Si comunica, inoltre, che SABATO 20 OTTOBRE, alle ore 21, presso sede da definire, si terrà l’ASSEMBLEA dei SOCI per sottoporre a votazione il nuovo regolamento di gestione dei pontili dell’ Unione Sportiva Porto Venere.

 

Il coordinamento

I nostri ragazzi al 93° palio del golfo

Da sinistra in alto Leonardo Tarabella junior, Daniele Guidotti junior,Matteo Turano junior,Alessio Campanella junior, Giuseppe Jaccarino (allenatore junior), al suo fianco Francesco Romeo vice allenatore junior;

Jordan Cambi senior, Matteo Ercolani allenatore senior, Daniele Carpena senior, Matthias Reynier senior, Alessio Nardini senior, Pasquale Tinto allenatore senior;

fila in basso da sinistra, Linda Buselli timoniera junior, Sara Drovandi donne, Isabella Guaita donne, Dalila Carlini donne, Elisa Saglione donne, Giorgia Stella timoniera, Francesca Vitucci allenatrice donne.

Giada Basso timoniera donne, Sara Cargiolli Allenatrice donne, Antonio Maesano.

Forza Porto Venere!!!

 

L’UNIONE SPORTIVA PORTO VENERE è stata costituita il 12 Ottobre 1968 da un gruppo di volontari di Porto Venere, che avevano a cuore l’organizzazione delle varie attività sportive, amatoriali e agonistiche.

Il contributo che allora si voleva esprimere consisteva nel predisporre le possibili infrastrutture e le varie manifestazioni legate al calcio, alla voga, al nuoto e al podismo, che, andando oltre il significato sportivo, contenessero anche finalità sociali e umanitarie, come sancito nello Statuto originario.

Uno dei simboli di questo percorso ideale sarebbe diventata la CAMMINATA ECOLOGICA sull’ISOLA PALMARIA. Una manifestazione di rilevanza interregionale che, già dai primi anni ’70, non aveva solo lo scopo di permettere a centinaia di appassionati un’importante attività motoria lungo sentieri di eccezionale valore ambientale, spettacolare e naturalistico; la camminata, infatti, voleva affiancare tali caratteristiche al fondamentale valore della permanente presenza umana sulla Palmaria, qualificando sempre più un interessante presidio di salvaguardia dell’unica isola abitata della Liguria.